Allegri, ‘ttummi ttummi se futte tutti i culummi’

allegri allenatore juventus Secondo la saggezza salentina la vera capacità sta nel fare molto parlando poco perché è alla sostanza che questa terra baciata dai due mari ha sempre guardato e non alla forma. Massimiliano Allegri non sarà certamente salentino, ma ha dimostrato ampiamente di possedere quelle qualità. Mai una parola fuori posto, mai che abbia solo dato l’impressione di scomporsi, mai che abbia sollevato una pur piccola polemica e ora i fatti lo stanno premiando. Onore al suo predecessore Antonio Conte che ha saputo risollevare una società distrutta dall’invidia e dal complotto uniti all’incapacità di difendersi, una sorta di connubio mortale che ha messo a repentaglio la stessa esistenza di una società orgogliosa e fiera. Ma, evidentemente, con il suo modo di fare spesso rude e polemico, inquisitorio e severo Conte non è riuscito a tirare fuori dai giocatori quelle fondamentali capacità che ti spingono oltre ogni limite anche di fronte ad avversari nettamente più bravi. Pertanto è giusto riconoscere ad Allegri, che è stato accolto con grande scetticismo, i meriti che ha avuto nella raccolta dei frutti fatta finora. Raccolta che si spera si ancora più proficua e ricca di soddisfazioni. Nel Salento direbbero che Allegri “ttummi ttummi se futte tutti i culummi”. Ossia, silenziosamente è in grado di sfilarti anche le mutande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *