Babbo e mamma, tre mesi senza di voi

babbo e mamma Ve ne siete andati tre mesi fa. Lo avete fatto in silenzio, come era nel vostro modo di fare e vivere la vita. E con voi avete portato via un pezzo del mio cuore lasciandomi un vuoto difficilmente colmabile. Era la notte del 27 novembre. Prima di addormentarmi avevo chiesto alla Madonna della Medaglia miracolosa il miracolo. Speravo che tu mamma ti svegliassi dal coma per riabbracciarmi. E con te anche il babbo che era nel letto accanto al tuo in Rianimazione. Speravo di tornare con voi a Bologna. Per stare ancora insieme. Alle 4 del mattino ho ricevuto la telefonata che non avrei mai voluto ricevere. Perché sapevo che purtroppo le brutte notizie arrivano sempre prima di quelle belle. La dottoressa mi disse che le tue condizioni mamma erano peggiorate. In realtà sentivo che te ne eri andata. Non immaginavo che di lì a poco ti avrebbe seguita anche il babbo. Stanotte mi sono svegliato alle 4, la stessa ora di tre mesi fa. Ma stavolta il telefono non è squillato. Pian piano mi sto riprendendo la mia vita. Le sorrido e vado avanti senza arrendermi mai, proprio come mi avete insegnato voi. Ma siate al mio fianco. Ho tanto, troppo bisogno di voi. Vi amo infinitamente. Probabilmente meno di quanto me ne avete voluto voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *