Che tristezza la pseudo sportività degli invidiosi

juventus Davvero strano il concetto di tifo e sportività che hanno certi pseudo tifosi e appassionati di calcio. Tant’è che viene facilmente il dubbio che certuni abbiano ragione quando parlano di profonda insoddisfazione e invidia. Leggi di personaggi che dapprima tifano una squadra straniera e poi festeggiano per la sconfitta della Juventus che poteva portare in Italia la Champions League a lustro del Paese intero. Poi qualche giorno dopo tifano per il Bologna e gioiscono per il suo ritorno in serie A. E lo fanno nonostante non siano né bolognesi né si siano mai interessati della squadra rossoblù che anzi sperano venga sconfitta quando gioca contro la loro squadra del cuore. Per cui il sospetto è che più che tifo o sportività sia solo povertà spirituale, morale e personale figlia dell’invidia. Perché se si tratta di tifare il Bologna o l’Entella o il Carpi va bene perché tanto sono squadrette e la sensazione o la certezza è che non daranno mai fastidio alla propria squadra del cuore. Invece mai e poi mai tifare la Juventus anche se gioca contro una squadra straniera e dà lustro all’Italia perché la società bianconera è una Signora formazione, vince, dà tanto fastidio e soprattutto fa spesso il pelo e il contropelo al proprio team. Concludo con un divertente slogan coniato nei giorni scorsi e dedicato ai tanti invidiosi travestiti da pseudo sportivi: ‘Anche quest’anno vi abbiamo costretti a tifare un’altra squadra (aggiungo straniera che è un’aggravante) perché la vostra fa cagare’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *