Figlia violentata per farla diventare famosa

violenza sulle donne Leggendo questa storia è difficile capire qual è il sottilissimo crinale che divide la stupidità umana dalla follia pura. Una madre che vuole trasformare in star la propria figlia purtroppo è il segno a mio avviso degradante dei giorni nostri. Ormai non conta più studiare, acculturarsi, crescere nel rispetto di certi valori in mancanza dei quali la famiglia prima e la società poi vanno allo sfascio. Ora conta andare in tv e sui giornali. E non importa se è solo per mostrare tette e culi. Ma quanto accaduto nel Perugino va oltre ogni limite. La polizia ha arrestato una madre di 40 anni che costringeva la figlia undicenne, che frequentava poco la scuola, ad avere rapporti a sfondo sessuale per farla diventare popolare. E per questo le organizzava incontri in casa con coetanei contattati all’uscita di scuola. E per convincerli regalava loro soldi, ricariche o telefoni. E non l’hanno smossa dai suoi propositi le implorazioni della figlia finita sua malgrado in un incubo. Dall’indagine, durata circa un mese, è emerso che il desiderio della donna era di creare una «cerchia di ammiratori» intorno alla sua unica figlia. L’indagine della squadra mobile è partita dalla segnalazione di un via vai sospetto nell’appartamento e di grida provenienti da esso. Attraverso le intercettazioni telefoniche e ambientali la polizia ha accertato che la ragazzina si opponeva in lacrime agli incontri e la notte si svegliava in preda agli incubi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *