Kuwait, liberato da Occidente finanzia i terroristi

kuwait terrorismo islamico Secondo un servizio di Mamma Rai tra i finanziatori del terrorismo ci sarebbe anche il Kuwait. Mi pare che nel 1991 si sia combattuta una sanguinosa guerra per liberare quel Paese dall’invasione irachena. L’intero (odiato) Occidente si è mosso, spendendo vite umane e risorse, per quello Stato. E se davvero il finanziamento del terrorismo è la moneta di ritorno di ‘Desert storm’ mi pare che ci sia realmente qualcosa che non torna. Dunque, noi parliamo di libertà, di democrazia, di tolleranza, di fratellanza e inclusione sociale, investiamo risorse per restituire libertà e in cambio riceviamo odio, attentati e guerre pseudo sante? Evidentemente l’approccio con certa gente andrebbe rivisto. La saggezza popolare salentina dice che spesso l’ignorante travisa ciò che fa l’intelligente e la sua non violenza facendolo passare per fesso. Per cui, stando così le cose, probabilmente sarebbe il caso che l’Occidente si facesse intendere meglio. La marcia di ieri a Parigi ha comunque lasciato parecchi dubbi e la sensazione che alle parole non seguano quasi mai i fatti. Vedere rappresentanti della Turchia a quella immensa manifestazione per la libertà ha lo stesso effetto di stupore che avrebbe l’idea di Ilona Staller di diventare suora o di Rocco Siffredi di candidarsi al prossimo conclave. Cecco la Qualunque direbbe: ma ci pigghiate davvero pe u culu?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *