Migranti, da Ungheria ennesima sconfitta Ue

bandiera ue strappataIl fallimento del Referendum sull’immigrazione di ieri in Ungheria è l’ennesima dimostrazione dell’inutilità della farneticazione burocratica denominata Ue. Intanto è a dir poco disdicevole il fatto stesso che un membro di questa presunta Unione indica una consultazione elettorale per una decisione che dovrebbe far parte, come ci hanno sempre raccontato, dello stesso dna dell’Ue. La cronaca, però, ci racconta quale sia la triste e ridicola realtà di questo carrozzone nazi-centrico dove ognuno guarda ai propri esclusivi interessi di bottega; finge di non vedere cosa accade negli altri Paesi membri come per esempio l’Italia, unico Stato a salvare vite umane seppure con difficoltà e qualche falla; pronto ad alzare muri. Da notare, senza intento polemico, che proprio i Paesi dell’Est, che da sempre guardano ad Ovest, che da sempre sono fonte di flussi migratori verso l’Occidente, sono i primi ad opporsi alle quote dei migranti nel segno della solidarietà che dovrebbe essere uno dei pilastri genetici di questa Unione che si dimostra sempre più inutile e assolutamente lontana dai bisogni e dalle necessità dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *