Ritrattano le accusatrici del giudice Usa Kavanaugh

Ritrattano le accusatrici del giudice Usa KavanaughRitrattano le accusatrici del giudice Usa Kavanaugh. Due delle tre donne che accusavano di stupro il neo giudice della Corte Suprema Brett Kavanaugh hanno ritrattato. L’ennesimo duro colpo per il movimento #MeToo. Ma la notizia in Italia non esiste.

Facendo una ricerca su Google in italiano gli ‘aggiornamenti’ sono fermi a più di un mese fa. Gli ultimi resoconti della vicenda si trovano solo sui siti americani cercandole in inglese. Sarà che il giudice Kavanaugh non interessa agli italiani. Ma quante sono le notizie che agli italiani non interessano eppure si danno? Visto che è stata data la notizia dello stupro, la regola del buon giornalismo imporrebbe anche di dare risalto agli ultimi risvolti che parlano di accuse non vere. Dunque, ritrattano le accusatrici del giudice Usa Kavanaugh.

Leggendo i resoconti dei media americani emergono anche interessanti risvolti. Per esempio, Julie Swetnick era difesa dall’avvocato conosciuto come anti-Trump Michael Avenatti che ora sono indagati. Chissà che ora i Democratici non lo candidino. E con lui anche la sua cliente e magari pure Ms. Munro-Leighton, l’altra falsa accusatrice del giudice Kavanaugh.

Restano in piedi, al momento, le presunte accuse della signora Christine Ford. Nei giorni scorsi la Ford ha raccontato del suo dolore e della sua paura in una audizione strappa lacrime che ha fatto il giro del mondo. La domanda, però, è sempre la stessa. Perché ha aspettato 30 anni per raccontarla? Come mai ha resistito tanto tempo senza dire niente e si è svegliata proprio adesso? Lo stupro è un reato gravissimo che va perseguito senza se e senza ma, non è però un’arma per rivendicare o per perseguire vendetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *