I gialli di Saru Santacroce

I gialli di Saru Santacroce

I gialli di Saru Santacroce sono i romanzi gialli ideati e scritti dallo scrittore salentino Cesario Picca. Il protagonista di questi thriller è il cronista salentino Rosario Santacroce detto Saru. Da qui lo slogan I gialli di Saru Santacroce.

Saru Santacroce fa conoscere ai lettori i meccanismi dell’informazione. Fa leggere loro veri articoli di cronaca e riporta alla luce fatti realmente accaduti che bene si intrecciano con la fantasia. Saru è un personaggio esplosivo, razionale, qualche volta rude e politicamente non corretto. È genuino, schietto e sincero. Va dritto alla sostanza anche se non disdegna la forma; ama la vita, odia la falsità, l’ipocrisia e il finto buonismo.

Il suo amore per il Salento traspare attraverso il gusto per la buona tavola, i prodotti e i piatti tipici, i modi di pensare e di dire, i luoghi e i ricordi. Ma non c’è solo il Salento nelle sue avventure gialle. Per esempio, traspare anche l’amore per l’altra metà del cielo, l’attenzione che a lei rivolge e l’elevata considerazione che ha di lei.

In ogni romanzo il cronista Saru Santacroce affronta un argomento di attualità da un punto di vista alternativo come può essere un giallo. Il primo thriller è Tremiti di paura. Ambientato alle Isole Tremiti, come lo stesso titolo sottintende, ha al centro un feroce femminicidio. Una bella turista bolognese viene barbaramente ammazzata mentre è in vacanza. Le indagini dei carabinieri e di una pm donna permetteranno di arrestare il colpevole dopo parecchi colpi di scena che danno al lettore la possibilità di sbrogliare il mistero solo alla fine.

In Gioco mortale, Saru Santacroce segue le indagini della squadra mobile di Bologna per trovare l’autore di un delitto nel mondo della trasgressione bolognese. Anche qui le protagoniste, oltre a Saru, sono due donne molto misteriose. Nel giallo Il dio danzante – delitto nel Salento, Saru gioca in casa e fa comprendere al lettore quanto sia difficile fare i conti con le proprie certezze continuamente minate dai fatti e dalla vita. La vittima di questo giallo è un killer della Sacra corona unita, la cosiddetta quarta mafia. Solo alla fine sarà possibile scoprire qual è il ruolo che Saru assegna alla protagonista femminile di questo giallo.

Il quarto giallo è il thriller psicologico Vite spezzate, è ambientato a Londra ed è dedicato alle vittime di abusi. Saru segue le indagini del detective italo-britannico Sonny D’Amato per fermare un feroce serial killer che uccide giovani studenti. Anche in questo caso tra i protagonisti ci sono due donne. Infine, nel giallo esoterico L’intrigo – guanti puri e senza macchia, due donne coraggiose e innamorate sconfiggeranno i poteri forti e faranno trionfare la verità. Il giallo è ambientato in Calabria e parla anche di massoneria prendendo spunto dalla richiesta degli elenchi dei massoni siciliani e calabresi da parte della commissione Antimafia. E a breve sarà disponibile il sesto thriller della serie I gialli di Saru Santacroce. Si intitola Il filo rosso – delitto sui colli, è ambientato a Bologna ed è dedicato alle vittime della mafia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *