Saru e il femminicidio alle Isole Tremiti

Saru e il femminicidio alle Isole TremitiSaru e il femminicidio alle Isole Tremiti. In vacanza nelle Perle dell’Adriatico, il cronista salentino Rosario Saru Santacroce si imbatte in un cruento femminicidio. In un caldissimo mese di luglio qualcuno ammazza una facoltosa, libera e sensuale turista bolognese. L’ennesima donna uccisa per aver detto no all’uomo che diceva di amarla.

Il giornalista è così costretto a svestire il costume per indossare i panni del segugio che segue le indagini dei carabinieri per catturare l’assassino. È la trama del giallo Tremiti di paura, il primo thriller poliziesco scritto da Cesario Picca e disponibile su tutti gli store on line.

Saru è un personaggio esplosivo, qualche volta rude e politicamente non corretto. È genuino, schietto e sincero. Va dritto alla sostanza anche se non disdegna la forma; ama la vita, odia la falsità, l’ipocrisia e il finto buonismo. Non ha peli sulla lingua e dice sempre ciò che pensa.

È il primo ad accorrere sul luogo dell’omicidio e per questo finirà addirittura nel registro degli indagati. Su un’isola in mezzo al mare è inevitabile che il cibo abbia un posto importante. Per questo sono memorabili i pasti che il cronista consumerà con amici e inquirenti dando la possibilità al lettore di gustare quasi la bontà dei piatti tipici della cucina pugliese e salentina.

Il cronista Saru non deve solo combattere contro investigatori e inquirenti per avere le notizie. C’è anche la vita privata con cui deve fare i conti e una donna che non accetta di essere seconda neppure di fronte al lavoro. Per questo sarà costretto a fare una scelta tra l’amore e un mestiere che lo fagocita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *