Su Piazza Salento i gialli di Saru Santacroce

Non è la prima volta che i miei gialli vengono accostati a quelli del grande Andrea Camilleri e ne sono lusingato, ma come ho sempre sostenuto debbo ancora percorrere molti chilometri prima di poter quantomeno provare a sostenere il confronto. Perché, per usare uno slang da running a me molto caro, mentre lo scrittore siciliano è un top runner in grado di vincere una maratona io sono un modesto finisher che si limita a tagliare il traguardo dopo aver corso e sofferto più di 42 chilometri. Diciamo che, allo stato, l’unica cosa che ci accomuna è l’uso del dialetto da parte dei nostri personaggi che nel mio caso è il cronista Rosario Saru Santacroce. Detto ciò, ringrazio l’amico e compaesano Fulvio Palese per l’interesse dimostrato nei miei gialli e nel loro protagonista Saru Santacroce perché, dopo avermi ospitato in Radio, ha avuto il piacere di scrivere la recensione sul mio ultimo giallo Il dio danzante – delitto nel Salento sul periodico Piazza Salento che ringrazio per l’ospitalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *