Giornalista e scrittore
 

Il giallo L’intrigo

Il giallo L’intrigo del cronista salentino Saru Santacroce che parla di Calabria, migranti, ndrangheta e massoneria

Il giallo L'intrigo del cronista salentino Saru Santacroce

Il giallo L’intrigo vede il cronista salentino Saru Santacroce in Calabria. Saru è lì per seguire un’inchiesta scottante sullo sfruttamento dei migranti. Stavolta, ad arricchirsi è un sodalizio composto da ndrangheta, politica e uomini di chiesa. Dall’indagine della Procura di Catanzaro e, in particolare, di due donne coraggiose e innamorate viene fuori un quadro molto scabroso e complesso. E viene svelato un intrigo misterioso che usa la massoneria come capro espiatorio. Attraverso l’uso distorto della commissione Antimafia, si getta fumo negli occhi dell’opinione pubblica per nascondere le magagne. Tanti elementi e tanta suspense che fanno de L’intrigo il giallo assolutamente da leggere.

La luce della saggezza illumina gli onesti…
L’intrigo è un giallo davvero avvincente ambientato in Calabria dove le organizzazioni criminali hanno posto le mani sul business dell’accoglienza. Per nascondere i loro interessi illeciti usano politici, uomini di chiesa e colletti bianchi con i quali creano un intreccio molto forte e lucroso. La ndrangheta controlla anche la commissione Antimafia e la usa per colpire chiunque provi a intromettersi nei suoi affari.
Come sempre, c’è molta cronaca in questa ennesima avventura gialla del cronista salentino Rosario Santacroce che ha sullo sfondo c’è il mondo dell’esoterismo. Il giallo L’intrigo è senza dubbio un modo originale per conoscere i simboli massonici e il loro significato. Saru è alle prese con una pericolosa indagine che parte dalla Calabria e coinvolge l’intera penisola.
Ma al centro di tutto c’è l’impegno e l’abnegazione di una pm in prima linea e di una determinata poliziotta, già scampata a un agguato. Sono queste due eroine che permettono di svelare l’intrigo mortale. Ciò che si cela dietro un mortale intreccio di falsi dossier, giornalisti prezzolati, interessi economici, politici corrotti e clerici poco propensi alla carità cristiana.
Compagne di vita, con la complicità di Saru, le due donne faranno scattare le manette ai polsi di onorevoli, imprenditori, uomini di chiesa e boss mafiosi. E quando l’azione di inquirenti e investigatori si rivelerà insufficiente, ci penserà il caso. Sarà esso a impedire che il sonno della ragione generi un nuovo mostro. A impedire che una labile mente, obnubilata da campagne di odio, metta a segno il proprio disperato disegno di morte.