Giornalista e scrittore
 

La lettura per l’estate

La lettura per l’estate come i gialli di Saru Santacroce, il cronista salentino che segue delitti inquietanti e brutali

La lettura per l’estate come i gialli di Saru SantacroceLa lettura per l’estate significa leggere anche uno dei gialli del cronista salentino Saru Santacroce. Nato dalla penna dello scrittore Cesario Picca, Saru segue le indagini per fare luce su delitti inquietanti e brutali che avvengono in varie città o realtà d’Italia e non solo. Per esempio, una donna è vittima di un brutale omicidio in Tremiti di paura. La sua unica colpa, secondo quanto emerge dall’inchiesta dei carabinieri, sarebbe aver detto no all’uomo che giurava di amarla. È proprio il femminicidio il tema al centro di questo giallo ambientato alle Isole Tremiti, le bellissime Perle dell’Adriatico. Davvero la scelta giusta per l’estate di chi adora mistero e suspense ma anche una buona lettura.

E c’è sempre una donna al centro del giallo Il dio danzante – delitto nel Salento. Una donna misteriosa che comanda con scettro di ferro. Pronta a tutto pur di preservare il proprio potere. In questo giallo, ambientato tra Lecce e il Salento, nulla è come appare. Per cui il lavoro degli investigatori non è affatto facile.
E altre due donne sono al centro della scena nel thriller esoterico e massonico L’intrigo – guanti puri e senza macchia. Sono due donne innamorate che si dimostrano capaci di far trionfare la giustizia facendo luce su un intricato mistero nato dall’insano connubio tra criminalità organizzata, politica e chiesa per sfruttare l’immigrazione clandestina e gli sbarchi sulle coste italiane prima che i porti vengano chiusi. L’immenso giro di soldi dietro la politica dell’immigrazione fa gola a molti e non ha niente a che fare con la solidarietà.
Il protagonista del thriller psicologico Vite spezzate è il detective di Scotland Yard, Sonny D’Amato, che indaga sulla morte misteriosa e brutale di tre studenti a Londra. Si tratta di un’indagine che scava nel dolore di chi da piccolo ha subito abusi. Perché la chiave dell’inquietante mistero sta proprio in quelle vecchie inchieste in parte dimenticate
Infine, c’è il giallo piccante Gioco mortale – delitto nel mondo della trasgressione. Seguendo le indagini della polizia di Bologna, il cronista Saru Santacroce svela al lettore i misteri della licenziosità e dell’esibizionismo. Infatti, cercando di risolvere il delitto di un noto viveur bolognese, la squadra mobile si imbatte in un complicato mistero a luci rosse.
Nel giallo Il filo rosso – delitto sui colli sei persone vengono ammazzate nel giro di poco a Bologna. La loro unica colpa è essersi trovate nel posto sbagliato al momento sbagliato. A dimostrazione che sbagliando non sempre si impara, ma si può anche morire. Al centro di questo giallo ci sono dei feroci delitti che creano comprensibile allarme in una città come Bologna spesso bersaglio di sanguinosi episodi di cronaca.
La serie dei gialli del cronista salentino Saru Santacroce si è ultimamente arricchita dell’ultima avventura. Si tratta del giallo L’ottavo giorno – la debellazione. Ambientato a Napoli, vede al centro due donne capaci e coraggiose alle prese con un inquietanti delitti. Infatti, a ridosso di Natale, vengono trovati i cadaveri squartati di persone perbene e conosciute dai quali è stato asportato il cuore. Un’altra buona scelta per chi è alla ricerca della lettura per l’estate ma non solo.
Sono davvero tante le ragioni che fanno dei gialli del cronista salentino Saru Santacroce la lettura giusta per l’estate. Il modo ideale per trascorrere le vostre meritate giornate di relax in buona compagnia. Che sia al mare o in montagna, con le sue avventure noir il cronista salentino sa essere il compagno migliore che potevate scegliere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.