La Massoneria nel giallo L’intrigo

La Massoneria nel giallo L’intrigo ambientato in Calabria che vede in azione due donne coraggiose

La Massoneria nel giallo L’intrigo ambientato in Calabria

C’è anche la Massoneria nel giallo L’intrigo ambientato in Calabria che vede il cronista salentino Saru Santacroce al fianco di due donne coraggiose contro la criminalità organizzata. Insieme scoprono un diabolico piano studiato per nascondere gli ingenti interessi illegali dietro la politica dell’immigrazione.

E per non far cadere l’occhio sullo scempio di risorse pubbliche in nome della solidarietà, si colpiscono persone perbene, tra cui alcuni massoni di buona volontà, usandole come fumo negli occhi dell’opinione pubblica. Due donne, però, svelano ciò che si nasconde davvero dietro questo intrigo così complicato.
Si tratta di una pm in prima linea e di una poliziotta che non hanno paura di affrontare i cosiddetti poteri forti. Disposte a tutto pur di arrivare alla verità. Due donne che si amano e che fanno dell’amore la loro forza per superare gli ostacoli che trovano nella loro indagine.
Il cronista Saru Santacroce segue gli sviluppi di questa inchiesta e si infila, come al suo solito, nei guai. Del resto, i soldi che girano con la politica dell’accoglienza sono tanti e nessuno vuole farne a meno. La criminalità organizzata ci ha messo le mani e insieme a politici e uomini di chiesa si arricchisce saccheggiando denari pubblici.
E siccome qualche massone perbene è un ostacolo a questo scempio di risorse va fermato a tutti i costi, usando anche istituzioni come la commissione Antimafia. Nel giallo L’intrigo Saru è alle prese con una storia davvero avvincente nella quale emergono anche i simboli massonici e l’esoterismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *