Brexit, vinceranno lobby e tecnocrati

ue brexit tecnocratiProbabilmente lobby e tecnocrati ce la faranno a superare anche lo scoglio della Brexit. Del resto si sono anche giocati l’asso Jo Cox, l’ideale vittima sacrificale per perpetuare il loro potere e i loro benefici a scapito della gente. Comunque andrà, che sia fuori o dentro, ancora una volta avranno perso i cittadini i cui diritti subiranno ulteriori depauperamenti in nome di una farneticazione politico-burocratica chiamata Ue. Le condizioni che gli inglesi hanno strappato a Bruxelles per restare in Europa dimostrano, se ancora ve ne fosse bisogno, che l’unità e la solidarietà sono solo due termini buoni per accarezzare le menti radical chic e benpensanti. Ma nulla hanno a che fare con la realtà. L’Europa unita non esiste pertanto prima se ne prende atto e meglio sarà per la gente e per i pochi diritti che ancora le sono rimasti. I fautori della Brexit usano come arma lo spauracchio dell’immigrazione. Se sono spaventati loro che il problema lo vedono solo sui media e se lo sorbiscono solo nelle sterili e noiose riunioni di Bruxelles cosa dovrebbe fare l’Italia lasciata sola a gestirlo? Gettare bombe al napalm? Se la Gran Bretagna andrà via dall’Ue sarà la prima zeppa utile per scardinare questo fantoccio saurocratico che nulla ha a che vedere con i principi che l’hanno ispirato. Se resterà sarà l’occasione per far sentire alla Merkel e ai suoi sodali che quest’Europa è solo un sistema concepito per il bene di pochi a danno di tanti. È l’ennesima arma di distruzione di massa come le tante che la storia ci ha consegnato inutilmente come monito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *