Noemi e la negligenza della famiglia

Barbara Stefanelli sul Corriere della Sera commentando la morte della sedicenne salentina Noemi Durini, l’ennesimo femminicidio con cui fare i conti, parla di “prevenzione primaria”. A tal proposito scrive: “Noi possiamo metterci di traverso: si chiama «prevenzione primaria» e comincia dai bambini per arrivare agli adolescenti, parte nelle case ed …

L’omicidio Ciatti e il nulla dei giovani

Vestono volentieri i panni da socialgiacobini e usano frequentemente la parola diritti alla stessa stregua di un cucchiaino di nutella; chiedono che il mondo venga gestito da loro perché sono le nuove generazioni ipertecnologiche e pretendono di conoscerlo meglio di chi è venuto prima. Ma quando vengono messi alla prova …

Giuliani, i soliti due pesi e due misure

Ho letto una bellissima lettera aperta che un papà ha inviato al signor Giuliani, il padre di Carlo che nel 2001 è morto mentre tentava di manifestare liberamente e pacificamente le proprie fulgide idee lanciando estintori. E spiega ciò che si è sempre detto e tentato di nascondere su questi …

Con Serracchiani per rispetto ed educazione

Il rispetto, la legalità e l’educazione vanno pretesi sempre, comunque e da chiunque senza se e senza ma. Sono valori imprescindibili e immarcescibili. Ma per i soliti benpensanti, buonisti farisaici, terzomondisti e radical chic evidentemente non funziona così. Ed ecco comprese le inutili e sterili polemiche contro il vice segretario …

Lavagna, la mamma: amore, non droga

«Vi vogliono far credere che fumare una canna è normale, che faticare a parlarsi è normale, che andare sempre oltre è normale. Qualcuno vuol soffocarvi» ha detto Antonella Riccardi, mamma di Giovanni, il sedicenne che si è suicidato a Lavagna, rispondendo anche ai tanti soloni cacciatori di consenso sui social …

Lavagna, meno like e più educazione

Sulla morte di un adolescente non si dovrebbe mai speculare, ma partire da un tragico episodio come quello di Lavagna per riflettere su ciò che si è sbagliato e magari cercare un rimedio sì. Chi oggi dice che “con le droghe leggere liberalizzate oggi avremmo un ragazzino vivo” probabilmente è …