Il 4 novembre di Trento e Bolzano

La Prima guerra mondiale è costata all’Italia 650.000 morti; 947.000 feriti, mutilati e invalidi; 600.000 prigionieri e dispersi. Su 5.615.000 uomini mobilitati ci sono state 2.197.000 perdite, pari al 39 % di quanti sono finiti sotto le armi. Erano quasi tutti giovani, contadini, operai e povera gente. La maggior parte di loro neppure sapeva perché andava in guerra.