Presentazione

Benvenuto,

sono Cesario Picca, sono un giornalista e uno scrittore.
Per 25 anni mi sono occupato di cronaca nera e giudiziaria. La strada è stata la mia casa, le lancette dell’orologio la mia schiavitù, i fatti da raccontare il mio dio, il pubblico e i lettori i miei unici padroni. Non c’erano né feriali, né festivi; né vita privata, né sociale. Né caldo, né freddo; né pioggia, né vento; né neve, né tempesta che potessero fermarmi nella folle corsa alla ricerca di una storia da raccontare.
Ora sono un problem solver, mi occupo di comunicazione e di eventi, dei miei gialli e del loro protagonista Rosario “Saru” Santacroce. Ho un brutto difetto: dico sempre ciò che penso anche se può non piacere.

All the best

APPROFONDISCI

Cesario Picca, giornalista e scrittore di romanzi gialli

Il dio danzante
Il dio danzante
Il dio danzante - delitto nel Salento è la terza avventura di Rosario Saru Santacroce. La fuga di un pericoloso ergastolano dall’ospedale Vito Fazzi di...
APPROFONDISCI
Gioco mortale
Gioco mortale
Gioco mortale - delitto nel mondo della trasgressione Perché trasgredire vuol dire anche morire... Un ricco libertino, un avvocato gaudente e due donne apparentemente miti...
APPROFONDISCI
Tremiti di paura
Tremiti di paura
Lei, l'altro e la morte... Al centro del giallo Tremiti di paura c'è un femminicidio, un delitto che vede come vittima una facoltosa turista bolognese...
APPROFONDISCI
Murder in the Tremiti isles
Murder in the Tremiti isles
Il giallo Tremiti di paura, con tutte le sue misteriose e succose caratteristiche, è disponibile anche in inglese. Lo si può acquistare sia nel formato...
APPROFONDISCI

Notte in giallo 2017, i tanti ricordi di una grande emozione tra la gente

presentazione del dio danzante alla notte in gialloAlda Merini diceva che “ci sono notti che non accadono mai”, ma è evidente che non è mai stata nel Salento e non ha avuto la fortuna di assistere alla prima edizione della Notte in Giallo nel centro di Racale. Non l’avrà più anche se è possibile immaginare che da lassù uno sguardo benevolo l’abbia rivolto, magari dando la propria benedizione al lavoro di coloro che hanno trasformato in un successo la manifestazione del 31 agosto scorso. Avevo bisogno di tempo per far ripassare nella mia mente le tante immagini che hanno colpito i miei sensi; le grandi emozioni che hanno preso in ostaggio il cuore; la gioia per aver collaborato con persone fantastiche che hanno dato un senso a quanto è stato fatto. Probabilmente aveva ragione il folle genio di Vincent van Gogh quando diceva “penso spesso che la notte è più viva e intensamente colorata del giorno”. E noi di follia in questa manifestazione coloratissima ne abbiamo messa davvero tanta. Penso alla esplosiva fantasia e al concreto pragmatismo delle ragazze della Cooperativa InDisciplinati che hanno messo insieme tanti protagonisti dando colore, azione e anima al centro storico; penso alla vice sindaco Marianna Tasselli che come Prometeo con la sua folgore un paio di mesi prima ha acceso in noi il sacro fuoco avanzando l’idea di presentare il mio ultimo giallo. Voleva far conoscere Il dio danzante ambientato nel Salento e il suo protagonista Rosario Saru Santacroce, verace, sincero e schietto protagonista salentino dei miei thriller e non si può non sostenere che ce l’abbia fatta sostenuta anche dalla saldezza solare di Gloria Manni; penso a Gilberto Nunziato, bravo e promettente cantautore, che dalle nostre chiacchierate ha trovato lo spunto per creare una canzone per Saru e per i giornalisti facendo vibrare dapprima le corde della sua chitarra e con esse anche le nostre emozioni; penso a Nicolas Errico, brillante e seducente attore che ha saputo cogliere le sfumature del racconto instillandole nella fantasia di chi lo ha ascoltato; penso alla abile collega Valentina Murrieri che ha condotto la presentazione con amabile sagacia; penso ai numerosissimi spettatori che non sono voluti mancare e pertanto hanno avuto la fortuna di gustarsi gli aneddoti, di assistere alle performance di Nicolas e Gilberto, di godere delle idee accattivanti e magistralmente rappresentate di coloro che hanno dato corpo con il proprio tempo e il proprio lavoro a una serata che sarebbe davvero un peccato se non si perpetuasse.

Presto disponibile il thriller L’intrigo – guanti puri e senza macchia, la nuova avventura del cronista Saru Santacroce con al centro il mondo dell’esoterismo. Le indagini di una pm e di una poliziotta svelano l’intrigo che si cela dietro l’offensiva politica, mediatica, giudiziaria e clericale contro la Massoneria.

La luce della saggezza illumina gli onesti…

La morte di un importante e coraggioso banchiere in un incidente stradale tra Soverato e Catanzaro si intreccia con un’offensiva politica, mediatica, giudiziaria e clericale contro la Massoneria. Le obbedienze italiane, e in particolare gli iniziati siciliani e calabresi, devono difendersi dalle infamanti accuse di collusione con le organizzazioni criminali da parte della commissione Antimafia. Eppure non sono loro ad arricchirsi con il gigantesco flusso di risorse pubbliche destinato all’accoglienza dei migranti. Al contrario, i massoni tentano di impedire che quel denaro si disperda in infiniti rivoli che sembrano condurre verso uno stretto connubio tra clericalismo, politica e criminalità organizzata.

C’è molta cronaca in questa ennesima avventura gialla del cronista salentino Rosario “Saru” Santacroce alle prese con una pericolosa indagine che parte dalla Calabria e coinvolge l’intera penisola. Sullo sfondo c’è il mondo dell’esoterismo, un universo poco conosciuto e, forse proprio per questo, tanto chiacchierato. Un modo originale per conoscere i simboli massonici e il loro significato, i personaggi, la loro storia e il loro prezioso contributo al bene e al progresso dell’umanità.

L’impegno e l’abnegazione di una pm in prima linea e di una determinata poliziotta, già scampata a un agguato, permetteranno di svelare l’intrigo che si cela dietro un mortale intreccio di falsi dossier, giornalisti prezzolati, interessi economici, politici corrotti e clerici poco propensi alla carità cristiana. Compagne di vita, con la complicità di Saru, le due donne faranno scattare le manette ai polsi di onorevoli, imprenditori, uomini di chiesa e boss mafiosi che vedono nella Massoneria l’unico ostacolo ai loro progetti di arricchimento personale. E quando l’azione di inquirenti e investigatori si rivelerà insufficiente, ci penserà il caso a impedire che il sonno della ragione generi un nuovo mostro spingendo una labile mente, obnubilata da campagne di odio, a mettere a segno il proprio disperato disegno di morte.