Strage Ustica, doppiamente vittime

ustica Nei giorni scorsi il Tribunale di Palermo ha condannato lo Stato, in particolare i ministeri di Difesa e Trasporti a pagare oltre 100 milioni di euro di risarcimento ai parenti delle 81 vittime della strage di Ustica. Così ha sancito il giudice Paola Proto Pisani dando ragione al collegio difensivo che aveva puntato sulla responsabilità dello Stato. Trovo giusto che i parenti, dopo anni di dolore e bugie, abbiano almeno un riconoscimento economico. Il problema è che a pagare quei soldi non sono i responsabili dell’accaduto. Ma noi innocenti cittadini. Di chi pensate siano infatti i 100 milioni che lo Stato dovrà pagare? Da quali tasche pensate che verranno fuori? Quei soldi andrebbero invece chiesti ai governanti dell’epoca, agli autori dei depistaggi, a chi in questi anni ha lavorato per non far conoscere la verità, a chi ha opposto il segreto di Stato e a chi non si adopera come dovrebbe per sbrogliare la matassa a livello internazionale che cerca ancora di tenere nascosta la verità. E così i parenti e i cittadini sono doppiamente vittime di chi ha detenuto e detiene il potere. Non solo hanno subito il lutto e la strage. Non solo sono stati raggirati per 31 anni, ma devono pure pagare per colpe che non hanno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *